Computer Lento? 10 Passi per Ottimizzare Windows 10 e renderlo Veloce

0 573

Con questa guida ti spiego in 10 passi come ottimizzare Windows 10 al fine di trasformare un computer lento in un PC performante. Nel tutorial descrivo diversi passi che ti aiutano a migliorare la velocità del sistema operativo. I consigli che leggerai di seguito non devono essere applicati per forza in successione e soprattutto, puoi scegliere quello che ritiene più opportuno per migliorare le prestazioni del computer.

L’argomento che ti appresti a leggere di seguito, non tratta solo ed esclusivamente migliorie o trucchi per Windows 10 ma, anche piccoli interventi hardware, ossia vere e proprie modifiche fisiche che concorrono sempre allo stesso fine: ottimizzare Windows 10.

Se stai leggendo questa guida perchè il tuo sistema operativo risulta molto lento all’attivo e riscontri un’eccessiva attività del disco fisso ti invito a leggere il tutorial per risolvere il problema disco 100% Windows 10.

Ecco i passi per trasformare un computer lento in un computer molto più veloce.

#1. Controllo Antivirus Malware

Una delle prime cose da considerare quando ti ritrovi un computer lento, È l’ipotesi di avere un virus o malware all’interno del tuo sistema operativo.

Uno dei principali sintomi di un computer infetto da questi parassiti informatici È la lentezza nell’esecuzione di applicazioni che normalmente usi.

Se utilizzi sempre le stesse applicazione o programmi e sei sicuro di non aver installato nient’altro che possa giustificare un grosso rallentamento del pc è consigliabile eseguire una scansione antivirus per scongiurare una eventuale infezione.

Per eseguire la scansione antivirus devi installare un antivirus gratis o nelle versioni più complete a pagamento.

 

Esistono anche dei siti Internet che offrono un servizio di scansione antivirus online gratuita del tuo computer. In quest’ultimo caso devi per forza essere connesso a Internet.

Ti indico subito due dei siti internet più popolari in attesa della nuova guida che potrai leggere a breve su questo stesso blog:

1 – Scansione OnLine BitDefender
2 – Scansione OnLine Trend Micro

#2. Aumenta la RAM

Windows 10 È un sistema operativo che richiede dei requisiti minimi per poter funzionare nel miglior modo:
– un processore che abbia una potenza di almeno un 1GHz
– almeno 1 GB di RAM se il tuo sistema è a 32 bit e 2 GB di ram per sistemi a 64 bit
– il disco fisso deve essere capiente almeno 16 GB per sistemi a 32 bit e 20 GB per sistemi a 64 bit
– la scheda grafica deve essere compatibile con gli standard DirectX 9 o superiori
– infine il display deve avere una risoluzione minima di 800 600 pixel

Se il tuo computer con sistema operativo Windows 10 è provvisto di almeno queste caratteristiche e il tuo pc è comunque lento puoi considerare il fatto di aggiungere dei banchi di RAM per velocizzarlo.

L’aconimo RAM sta per Ready Access Memory, cio è la memoria volatile particolarmente importante per il sistema operativo poichè al suo interno vengono depositate tutte le operazioni che vengono eseguite più spesso ogni volta che usi il computer fino al suo spegnimento.

Ti sarai accorto ad esempio che, se apri la prima volta un programma, questo impiega un tempo maggiore rispetto alla sua seconda apertura (dopo averlo chiuso la prima).

Esistono diversi tipi di memoria RAM e per individuare quella che è compatibile, devi controllare il libretto di istruzioni della scheda madre.

Ricordati anche di controllare quanta memoria RAM è già presente sul tuo pc perchè qualora decidessi di acquistarne un banco aggiuntivo, devi considerare che potresti perdere uno dei banchi che hai già installato.

Per esempio, se sulla tua scheda madre ci sono solo due banchi da 4 GB cadauno e la stessa scheda ha solo questi due slot (alloggiamenti), acquistando un banco di RAM da 8 GB, riuscirai ad ottenere in totale 12 GB di RAM. Questo perchè uno dei due banchi da 4 GB dovrà essere rimosso dalla scheda madre per far posto al nuovo banco da 8 GB.

#3. Da HDD a SSD (Hard Disk Drive – Solid State Drive)

Un’altra modifica hardware molto importante a cui potresti pensare è la sostituzione dell’attuale disco fisso del tuo computer con un nuovo disco molto più veloce. Si tratta del disco denominato SSD – Solid State Drive, anzichè l’HDD che ad oggi è incluso in quasi tutti i computer.

Eseguendo questa sostituzione ti accorgi subito che le prestazioni del computer crescono vertiginosamente poichè il sistema operativo non dovrà più leggere e scrivere dati attraverso un sistema meccanico a testina ma bensì, con un innovativo sistema molto simile alle chiavette USB, dove il passaggio di dati risulta molto più veloce.

I dati vengono allocati in una memoria flash con un’accessibilità in lettura e scrittura velocissima.

Attualmente il costo di questo disco a stato solido è ancora piuttosto elevato anche se molto più accessibile di qualche tempo fa. Un disco SSD da 250 GB ha un costo pari a circa € 100.

- 28,30 €
Samsung MZ-75E250B/EU SSD 850 EVO, 250 GB, 2.5' SATA III, Nero/Grigio
8574 Recensioni
Samsung MZ-75E250B/EU SSD 850 EVO, 250 GB, 2.5" SATA III, Nero/Grigio
  • SSD con tecnologia V-NAND Samsung
  • Fattore di forma 2,5 Pollici, ottimo sia per computer portatili che fissi
  • Interfaccia SATA 6 Gb/s e retrocompatibile con SATA 3 Gb/s e SATA 1,5 Gb/s
  • Velocità di Lettura Sequenziale fino a 540 MB/sec e velocità di scrittura sequenziale fino a 520 MB/sec
  • Lettura casuale fino a 97000 IOPS e scrittura casuale fino a 88000 IOPS

Potresti quindi pensare di acquistare uno di questi nuovi e velocissimi dischi su cui montare il tuo Windows 10 e mantenere il tuo vecchio HDD (magari molto più capiente) da utilizzare come archivio dati.

Se è vero che il costo è ancora un po’ alto, è altrettanto vero che ne guadagnerai anche in “silenzio”. Nessun rumore aggiuntivo alle ventole di raffreddamento del PC. L’SSD non ha alcuna meccanica e non emette quindi alcun noiosissimo suono.

#4. Windows Update

Tiene sempre aggiornato sistema operativo grazie a Windows Update. Con questo sistema di aggiornamento automatico, Microsoft riesce a garantirti le migliori funzionalità e prestazioni del sistema che stai utilizzando. Grazie agli aggiornamenti potresti risolvere problemi legati alla sicurezza e anche alla velocità del sistema stesso.

#5. Aggiorna il BIOS

Se sei un utente esperto ti consiglio anche di mantenere aggiornati sia i driver della scheda madre e qualsiasi altro componente installato all’interno del tuo computer, sia il firmware del BIOS. Quest’ultimo è il Basic input/output System, cioè il programma che consente ad un computer di avviarsi e riconoscere la componente fisica che gli appartiene.

Il BIOS è un firmware installato in un chip della scheda madre che si occupa inoltre di eseguire dei test all’avvio per capire se tutti i componenti stanno funzionando in maniera corretta prima di lanciare il sistema operativo che ti consente di utilizzare il computer.

BIOS UEFI

Iscriviti Subito alla Mailing List

Aggiornare il BIOS può velocizzare il computer e migliorarne le prestazioni proprio nella fase di avvio.

Fai particolare attenzione quando esegui un’operazione di questo tipo e utilizza esclusivamente il software update del produttore.

#6. Velocizza il BIOS

Accedendo al BIOS dalle nuove schede madri è possibile individuare la funzionalità fast boot che, se attivata, consente di velocizzare molto la fase di avvio.

#7. Disabilita le Animazioni Windows 10

Windows 10 è un sistema operativo su cui è possibile notare molti effetti visivi che lo rendono particolarmente accattivante, tuttavia gli stessi effetti, comportano un dispendio in termini di prestazioni. Disabilitando gli effetti visivi, otterrai sicuramente un giovamento in velocità .

Accedendo al menu “Modifica l’aspetto e le prestazioni di Windows” è possibile selezionare le impostazioni che vuoi adottare per l’aspetto e le prestazioni del tuo computer.

Grazie a queste opzioni puoi decidere se lasciare la scelta automatica delle impostazioni oppure optare per ottenere l’aspetto migliore, sacrificando le prestazioni, o ottenere le prestazioni migliori, facendo a meno delle tante animazioni o slide delle finestre.

modifica aspetto e prestazioni windows

Se non sei soddisfatto delle tre scelte veloci opta per personalizzare tutte le voci visualizzate singolarmente.

#8. Disinstallare Programmi inutili

È sempre bene controllare quali programmi stai utilizzando frequentemente e quali applicativi invece non utilizzi più da tempo. Tutto ciò che non ti serve più può essere eliminato attraverso la gestione dei programmi di Windows.

Questa sezione è facilmente raggiungibile su Windows 10. Ti basta infatti scrivere la parola “programmi” nella barra Cortana in basso a sinistra dove legge la scritta “scrivi qui per eseguire la ricerca”.

disinstallare programma windows 10

In un attimo accedi alla sezione che ti consente di selezionare quale programma vuoi disinstallare.

#9. Elimina i File inutili

Durante l’utilizzo di un personal computer vengono accumulati moltissimi dati nelle cartelle temporanee che concorrono a rallentare il tuo computer. Ti consiglio quindi di controllare manualmente quanto occupano questi file o installare delle utility di pulizia e ottimizzazione di sistema.

CCleaner è uno dei software più popolari utilizzato per ripulire il tuo computer da file inutili. È un software gratuito e molto veloce, con un’interfaccia semplice e intuitiva.

Pulisce anche le chiavi residue e non più necessarie del registro di configurazione di Windows. Queste chiavi sono informazioni obsolete che rimangono presenti nel registro di configurazione di sistema anche dopo avere disinstallato un software.

CCleaner Windows 10

Il Regedit di Windows concorre a rallentare il sistema mano a mano che si riempie di nuove informazioni da elaborare all’avvio.

Il registro è il cuore di Windows. Il sistema trae tutte le informazioni necessarie per il funzionamento proprio da questo importantissimo archivio. Mantenere pulito il registro di sistema equivale a ottimizzare windows.

Per questo è bene creare un backup di tanto in tanto ed eseguire un’attenta pulizia. CCleaner si occupa di svolgere questa ed altre operazioni in maniera automatica.

Scarica CCleaner gratis.

#10. Ottimizza e Controlla le Prestazioni

Esiste anche un altro software utilizzato da oltre 250 milioni di utenti, a detta del produttore, che riesce a ottimizzare maniera automatica tuo sistema operativo. Svolge altre importanti operazioni per velocizzare il computer e unire il registro di configurazione di sistema. È un programma gratuito e si chiama Advanced SystemCare 10 Free.

Advanced SystemCare Free

Puoi scaricarlo tranquillamente dal sito ufficiale che rimanda al sito italiano HTML.it (sito attendibile). Il file di installazione è di circa 40 MB e dopo la breve installazione lo utilizzi gratuitamente per:

  • Ottimizzazione dell’avvio
  • Pulizia della Privacy (cronologia browser)
  • Pulizia file spazzatura (file tmporanei o inutili)
  • Riparazione collegamenti
  • Pulizia del registro di sistema
  • Rimozione Spyware

Come puoi notare dall’immagine, il tasto arancione ti invita ad attivare una versione Pro a pagamento che include delle utility per Defrag, Uninstaller e Protezione Cartelle.

Conclusione

Ti ho illustrato in diversi passi come ottimizzare Windows 10 e trasformare il tuo computer lento in un PC di tutto rispetto in termini di prestazioni per fare tutto ciò che facevi prima più rapidamente. Se hai deciso di eseguire interventi hardware, il miglioramento aumenta senz’ombra di dubbio.

In particolare, l’aggiunta del disco SSD ti lascerà a bocca aperta, non appena vedrai la velocità con cui si avvia il sistema e ancora, durante l’installazione dei programmi.

In base alle caratteristiche del tuo computer, ci sono alcuni programmi che potrebbero rallentarlo. Ci sono delle applicazioni che controllano la sincronizzazione dei dati in Cloud come Hubic, Google Drive, DropBox (e altri dello stesso tipo). Per svolgere questo lavoro, occupano risorse di sistema per un tempo variabile e basato sul numero dei file da sincronizzare.

Il tuo strumento di lavoro o di gioco, ha bisogno delle tue cure per funzionare al meglio. Ricordati di applicare questi passi per mantenerlo sempre in forma e se vuoi aggiungere qualche informazione nei commenti, aiuterai di certo chi legge questa guida.

8

VALUTA QUESTA GUIDA

  • Design 8

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Grazie per aver partecipato!